Climbing - Pro Loco

Vai ai contenuti

Menu principale:

Climbing

OUTDOOR
 

CAPRILE
Salendo da Caprile verso l’Eremo di S. Angelo in Asprano, risalente all’anno 991, dopo aver percorso terrazzate coltivate,
caratterizzate da piante d’ulivo e da particolari piante subtropicali, in un paesaggio molto più simile a quello che ricorda la Sicilia e che si differenzia fortemente da quello circostante, incontriamo la parete d’arrampicata sportiva denominata “Braciere dei poveri”.
La falesia, grazie ad un calcare particolarmente lavorato e ad una inclinazione della parete mai oltre la verticale, è particolarmente adatta per i corsi CAI e per i neofiti.
Inoltre questa falesia è esposta sempre al sole, pertanto il periodo ideale per l’arrampicata va da ottobre a marzo.
L’intera fascia rocciosa si suddivide in tre settori:
- L’Eremo: 18 vie circa che raggiungono un’altezza massima di circa 40 metri e un livello di difficoltà compreso tra il 4b e il 6b+;
- I Gradoni: 15 vie circa che raggiungono un’altezza massima di 30 metri e un livello di difficoltà compreso tra il 5b+ e il 7a;
- Le Grandi Panze: 12 vie circa che raggiungono un’altezza massima di 25 metri e un livello di difficoltà compreso tra il 4c e il 6a+ ( settore particolarmente adatto per i principianti).

 
 



IL CASTELLO

Dalla frazione di Caprile, percorrendo la strada provinciale in direzione Roccasecca, si raggiunge la frazione castello. Non lontano dalle abitazioni prende via un sentiero che ci conduce all’omonima falesia. Qui le vie sono molto simili a quelle del “Braciere dei Poveri”.
Vi sono circa una quarantina di vie, che raggiungono un’altezza massima di metri e presentano un livello di difficoltà che oscilla tra il 5b e il 7b. Caratteristica del luogo è il sentiero che costeggia la parete. Infatti, percorrendolo tutto si può raggiungere, da qui, il settore “Le Grandi Panze” di Caprile.

 
 



LE GOLE DEL MELFA
Le Gole del Melfa rappresentano un’incisione tra le montagne pre-appenniniche che collegano i comuni di Roccasecca e Casalvieri. Sono attraversate dal fiume Melfa che scorre nel profondo delle gole per 13 km circa, e sfociano nel fiume Liri.
Sui lati delle gole ci sono numerose pareti rocciose.


Tra queste pareti vivono molteplici specie di uccelli (rapaci, picchi, corvi, etc). Si possono, poi, incontrare scoiattoli, volpi e cinghiali. L’unico neo è rappresentato dall’uomo, che spesso scambia questa meravigliosa valle con una discarica a cielo aperto.
Tra le numerosissime pareti nascono 3 siti d’arrampicata:
- L'EREMO DELLO SPIRITO SANTO: questo settore è caratterizzato da una via multipich (4 lunghezze per uno sviluppo di via di 90 metri circa). Alle due
estremità si trovano 7 vie circa con un livello di difficoltà compreso tra il 6a e il 6c+.
N.B. per nidificazione di particolari specie di uccelli è assolutamente vietata l’arrampicata nella volta della grotta.

 
 


- Il Regalo di Natale:
è considerato tra le falesie più belle ed interessanti dell’intera regione. E’ una parete di calcare senza difetti che si erge alta a guardia delle gole. Da notare è l’impeccabile opera di attrezzatura di questa parete, grazie alla quale si può arrampicare sempre in grande sicurezza. Le vie raggiungono un’altezza massima di 40 metri ed hanno un livello di difficoltà compreso tra il 5c+ e l’8a+.

- Hollywood: percorrendo le gole in direzione Casalvieri si trova quest’ultimo settore d’arrampicata, sito a pochi passi dalla strada. E’ caratterizzato da circa 20 vie che raggiungono un’altezza massima di 25 metri con un livello di difficoltà compreso tra il 5c e il 7a.

 
 
 
Developed by: FM Design
Torna ai contenuti | Torna al menu